ASSEMBLEA DELLA SCUOLA ITALIANA DI MADRID. SULLA CONTINUITA’ DEL SERVIZIO ESTERO POSSIBILE INTERVENTO LEGISLATIVO. LA UIL SCUOLA RUA : SOLUZIONI EQUE E OMOGENEE SOLTANTO AL TAVOLO CONTRATTUALE

ASSEMBLEA ALLA SCUOLA STATALE ITALIANA DI MADRID:

La Uil scuola Rua: garantire la continuità del servizio estero nella Sequenza contrattuale per le scuole italiane all’estero

Tra i temi dibattuti nel corso dell’assemblea della scuola italiana di Madrid anche l’attuale confronto sulla continuità del servizio del nostro personale scolastico all’estero. Anche a seguito della lettera alla Farnesina dal Segretario Generale Giuseppe D’Aprile, che lanciava l’allarme sul rischio della chiusura dei corsi di lingua italiana nel Regno Unito, nelle scorse settimane il Ministro degli esteri e Vice Presidente del Consiglio, Tajani, ha reso noto la volontà del Governo di intervenire al più presto con un provvedimento legislativo sulla durata del servizio scolastico in tutte le istituzioni scolastiche e culturali all’estero e in particolare nelle prestigiose scuole dell’Unione Europea, dove la rappresentanza della nostra scuola svolge una funzione educativa essenziale a sostegno dei valori europei. Sugli obiettivi indicati dal Ministro degli esteri Tajani, è intervenuto nel corso dell’Assemblea, L’avvocato Domenico Naso, Resp. del Dipartimento legale, che ha indicato i contenuti di un provvedimento, che sulla base dei nostri riscontri, risulta in queste settimane  al vaglio delle ultime riunioni del Consiglio dei Ministri. In particolare tra le ipotesi del Maeci e del MIM vi sarebbe la modifica dell’art. 21 del dlgs 64/2017, che introdurrebbe la possibilità per il personale scolastico in servizio all’estero non oltre il quinto anno di servizio, di optare per il mantenimento, oltre il sessennio, per un ulteriore periodo di tre anni scolastici, in alternativa alla possibilità di fuire di un secondo sessennio.

Tuttavia, sulla materia in questione, ha ribadito all’assemblea il Responsabile del Dipartimento estero, Angelo Luongo, nel sottolineare la tempestività della Uil scuola Rua, che resta come sempre “ sul pezzo” anche sul piano informativo per il nostro personale in servizio all’estero,   le uniche soluzioni eque possono essere condivise soltanto al tavolo contrattuale per la mobilità professionale del nostro personale scolastico all’estero, evitando incursioni legislative in materia pattizia che potrebbero determinare ancori maggiori disparità di trattamento sul mandato all’estero, rispetto a quelle già esistenti.

Madrid 9 maggio 2024

ASSEMBLEA ALLA SCUOLA STATALE ITALIANA DI MADRID- SUL MANDATO ALL’ESTERO POSSIBILE INTERVENTO DEL PARLAMENTO